Category Archives: Uncategorized

WORK, WORK, WORK!

download

Work, work, work. The month of November was crazy, expositions, meetings, training courses. We apologize for not being very present, but we really did not have time to devote to the blog. We stayed twice in Germany, we were in Milan, Bologna, Rome, in fact, true spins. But will be back soon with our section on music, with our curiosity, our adventures to tell and to tell us. See you soon followers!
Tagged , , , , , ,

Soon we come up with…

Just keep following us and you will find out!!!

2640736182_1

Tagged , , ,

About relationship…

1201047698_1360167977

Tell me what you want, but when you are in a relationship is inevitably different from what it was, really. Does a perfect relationship exist?! Who knows, maybe I would say. People talk a lot about it, but no one can give an answer to this question. I want to believe in it, I want to believe in the fact that it exists, that we can continue to be what it was and have a relationship, serenely, without stress or worries. Impossible? No, I want to believe that can happen. But facts show that this is not possible, or at least not yet, in my case. Because the relationship, either if you want or not want , it is often a limit. It is said that if you really love you can not think that way. I say the opposite and above all I am sure that love has nothing to do with it. It’s all about understand each other, to accept it, and enjoy what the relationship brings to you. Because when both are happy then it benefits the couple, but if only one is not, fully, then here is the trouble…
 
Ditemi quello che volete, eppure quando si è in una relazione inevitabilmente si è diversi da ciò che si è, realmente. Esiste la relazione perfetta?! Chi lo sa, magari mi verrebbe da dire. Eppure se ne dicono tante, ma nessuno sa dare una risposta a questa domanda. Io voglio crederci, voglio credere al fatto che esista, che si possa continuare ad essere ciò che si è e mandare avanti anche una relazione, serenamente, senza stress o assilli. Impossibile? No, io voglio credere che possa accadere. Però i fatti di ogni giorno mi dimostrano che così non è, o almeno non ancora, nel mio caso. Perchè la relazione, vuoi o non vuoi, spesso è un limite. Si dice che si ama veramente non si può pensarla in questo modo. Io dico il contrario, e soprattutto sono certo che l’amore non c’entri nulla. Sta tutto a capire l’altro, ad accettarlo, e a godersi quello che la relazione porta in dono. Perchè quando entrambi sono felici allora la coppia ne giova, ma se soltanto uno non lo è, appieno, allora so cazzi…
 
F.
Tagged , , , , , ,

Emancipation of women

303885
 
Emancipation of women:  this is a hot  conversation, especially among women, but does it really exist?! In Italy I would say “NI”, abroad a lot, so much. Often you are invited to dinner by women and often women are the ones who pay, offer a drink or even a weekend away. Abroad a woman is really emancipated, in Italy no, either according to the tradition that man has to play the part of the gentleman, either according to a matter of culture, but the figure of the emancipated woman is a rare figure. Convenience or compulsion? Eternal dilemma. The fact is, however, that a man who lets a woman pay is always something weird. Or painful, depending on your point of view. We pay, period. But it is really all about the place where you live in. And even in this case Italy is age behind…
 
Se ne parla tanto, soprattutto tra le donne, eppure esiste davvero?! In Italia direi NI, all’estero tanto, tantissimo. Addirittura si è invitati a cena da donne e spesso sono proprio le donne che pagano, offrono un drink o addirittura un weekend fuori. Perchè all’estero la donna è emancipata nel vero senso della parola, in Italia, vuoi per la tradizione che vuole l’uomo fare la parte del gentiluomo, vuoi per una questione di cultura o restrittezza mentale, ma la figura della donna emancipata è davvero una figura rara. Comodità o costrizione? Eterno dilemma. Sta di fatto che comunque un uomo che si lascia pagare da un donna fa sempre un certo effetto. O pena, dipende dai punti di vista. Noi paghiamo, punto. Ma è davvero tutto legato al luogo in cui vivi. E anche in questo, ahimè, l’Italia è ancora tanto indietro… 

F.

Tagged , , , , , , ,

Happy b-day Mum!

happy-birthday-brown

Today is a special day for one of us, Alessio! His mum is getting a little bit older than yesterday. So, happy b-day Nadia!!!
Tagged , , ,

To you, Grandma!

lily-flower-wallpaper-black-and-white

Grandparents are the ones who you get attached to perhaps more than anyone else in your lifetime. Because they love you unconditionally, because your smile makes their life better, because they really live for you. They return children and live a second life when their own children give birth to another life: his grandchildren. I am writing this post to dedicate it to my grandmother who I love immensely and I’m seeing virtually shut down day by day. She has always been a guide for me, woman full of values ​​and able to convey the true meaning of family to all of us. To you, Amalita, today I wanted to say many things, but the pain was too great seeing you practically helpless. She does not react anymore, does not smile anymore and it makes me very sad. I’ll come see you more often, I promise. As with all of us want to see you at Christmas to even simulate a “tombola” all together. I even dream of seeing up to 100 years, as you promised me , but maybe I am pretending a little bit too much. I love you Grandma…
 
I nonni sono le persone forse a cui ti affezioni di più nell’arco di una vita. Perchè loro ti amano incondizionatamente, perchè un tuo sorriso rende loro la vita migliore, perchè loro davvero vivono per te. Tornano bambini e vivono una seconda giovinezza quando i loro stessi figli danno alla luce altra vita: i nipotini. Scrivo questo post per dedicarlo a mia nonna, che amo immensamente e che sto vedendo praticamente spegnersi giorno dopo giorno. Lei che è sempre stata una guida per me, donna piena di valori e capace di trasmettere il senso vero di famiglia a tutti noi. A te, Amalita, oggi avrei voluto dire tante cose, ma era troppo forte il dolore di vederti praticamente inerme. Non reagisci più, non sorridi più e la cosa mi fa un male tremendo. Verrò a trovarti più spesso, promesso. Così come voglio vederti insieme a tutti noi a Natale, per poter anche solo simulare una tombola tutti quanti assieme. Sogno anche di vederti arrivare a 100 anni, come mi avevi promesso, ma forse li pretenderei troppo. Ti voglio bene nonna…
 
F.
Tagged , , , , ,
%d bloggers like this: